La giornata Nuovo futuro invita le ragazze e i ragazzi a scoprire il mondo del lavoro e professioni che esulano da quelle tradizionalmente scelte da uomini e donne. Un’iniziativa che contribuisce ad ampliare il loro orizzonte professionale e le loro prospettive di vita.

Svolgimento

Le ragazze/i ragazzi possono accedere in diversi modi alle nuove prospettive:

  • le ragazze accompagnano un uomo, i ragazzi una donna;
  • le ragazze accompagnano una persona con un mestiere tipicamente maschile, i ragazzi una persona con un lavoro tipicamente femminile;
  • le ragazze e i ragazzi accompagnano una persona di loro scelta, sul posto di lavoro intervistano però una persona che esercita una professione atipica o con una carriera che esula dai soliti schemi (p.es. un’informatica, una donna capo, un uomo che lavora a tempo parziale per poter occuparsi dei figli ecc.).

Se organizzate una visita guidata dell’azienda, segnalate in particolare i ruoli che divergono dagli stereotipi.

La giornata di progetto

Ciò che rende così speciale la giornata Nuovo futuro è la normalità. Tutto ruota attorno al fatto che le ragazze e i ragazzi trascorrono la giornata al posto di lavoro della persona di riferimento. Alla voce Genitori trovate alcune idee su come i genitori o le persone di riferimento possono organizzarsi quel giorno.

Siete naturalmente liberi di sfruttare questa iniziativa per una breve presentazione della ditta il mattino o per una visita agli uffici, agli stabilimenti, ai magazzini nel corso della giornata.

Informazioni pratiche

Alla voce Da scaricare trovate:

  • un elenco di suggerimenti per prepararvi alla giornata;
  • un opuscoletto informativo per i collaboratori, incluso il tagliando di partecipazione al concorso per le ragazze e i ragazzi;
  • un modello per l’intervista e un questionario per le ragazze e i ragazzi.

Assicurazione

Dato che la giornata Nuovo futuro non è contemplata dalla Legge sul lavoro, un eventuale infortunio andrebbe a carico dell'assicurazione malattia del/la giovane, che prevede anche una copertura infortuni. In linea di principio, il dovere di sorveglianza spetta alla persona di riferimento che si è fatta accompagnare al lavoro. La vostra azienda sarebbe responsabile solo nel caso in cui vi fosse una chiara violazione delle norme di sicurezza e di prevenzione.